News

Bonus sistema di sicurezza 2016

Bonus Sistema di Sicurezza 2016

il 2016 promette già buone notizie, viene previsto infatti dalla legge di stabilità l'inserimento di una agevolazione per privati cittadini che vogliono implementare e installare sistemi di sicurezza per salvaguardare il proprio ambiente domestico.
Image and video hosting by TinyPic 

Il bonus Sistema di Sicurezza 2016 è un’agevolazione prevista da uno degli emendamenti alla Legge di Stabilità 2016 che il Governo ha presentato e depositato al fine di favorire la sicurezza dei cittadini e prevenire attività criminali.
Tale bonus contenuto nel pacchetto sicurezza da 2,6 milioni di euro consiste nel riconoscimento alle sole persone fisiche per cui non imprese, società, artigiani o commercianti, di un credito d’imposta con un limite massimo di 15 milioni di euro, pertanto fino ad esaurimento risorse, per le spese effettuate dai cittadini per acquistare sistemi di videosorveglianza digitale, allarmi e antifurti per la prevenzione contro possibili atti criminosi.

Credito d’imposta: come funziona?

Il credito d’imposta è un buono per il cittadino da utilizzare nei confronti dello Stato in sede di dichiarazione dei redditi, compilando per esempio nel 730 precompilato il Quadro G – credito d’imposta o il quadro RU del modello Unico. Tale credito, può quindi essere scalato nel momento in cui il contribuente deve pagare le tasse.
Per cui dopo l’approvazione della Legge di Stabilità 2016, ai cittadini privati che sosterranno spese per installare telecamere digitali per la sicurezza della propria casa, o stipuleranno con WINDSL un contratto di fornitura di sistemi di videosorveglianza spetterà un credito da poter sottrarre alle tasse da pagare, per cui sul 730/2017 o modello Unico 2017.

Image and video hosting by TinyPic

Chi sono i beneficiari?

Come già visto il bonus sistema di sicurezza previsto dal pacchetto sicurezza e cultura Legge di Stabilità 2016 spetta solo ai cittadini privati non titolari di Partita IVA, per cui solo alle famiglie.
A tale proposito si legge che il credito d’imposta 2016 vale solo per «persone fisiche non nell’esercizio di attività di lavoro autonomo o di impresa», per cui ne sono esclusi i commercianti, gli artigiani, società ed imprese anche individuali.

Bonus videosoveglianza 2016 quanto spetta? 

Dal momento che questa misura è stata da poco proposta dal Governo, mancano ancora molti dettagli come ad esempio sapere il limite di spesa per l'installazione di telecamere digitali, l'importo massimo di spesa che spetta alle famiglie con il credito d'imposta, le modalità per fruire il bonus, le spese ammesse quindi se rientrano nel beneficio i costi per il sopralluogo, il progetto, l'installazione delle videocamere di sicurezza, il rilascio della certificazione e conformità alla legge sulla privacy, la documentazione per accedere all'agevolazione.

Non mancheremo di informarvi e aggiornarvi non appena si avranno maggiori dettagli.
Ricordiamo, come sempre, che un sistema di videosorveglianza NON E' IN ALCUN MODO la soluzione al problema dei furti, una telecamera o un sistema di telecmaere non fermera' mai un malintenzionato, ma di certo è un buon punto di partenza per condurre una indagine da parte delle forze dell'ordine ed è un buon deterrente. 

Ci raccomandiamo quindi di approcciare a queste installazioni puntando su merce e materiale di qualità oltre che su aziende certificate e competenti, per poter avere quindi ottimi risultati in fase di analisi delle immagini, in fase di monitoraggio immagini da remoto su cellulare o tablet e per non dover affrontare negli anni numerosi interventi di manutenzione/riparazione di un impianto per il quale si è risparmiato troppo.

Image and video hosting by TinyPic
Monitoraggio WinDSL - esempio di sistema di ripresa cortile interno

Image and video hosting by TinyPic
Monitoraggio WinDSL - dettaglio dei sistemi di videosorveglianza